Please assign a menu to the primary menu location under menu

Il Blog di ILERNA Online Italia

La Formazione Professionale su misura per te

COME CURARE LA CARIE DENTALE

Come curare la carie dentaleCome curare la carie dentale

La carie dentale è una patologia infettiva di origine esterna che colpisce i tessuti duri dei denti. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) la maggior parte della popolazione soffre di carie.

Come curare la carie dentale
Come curare la carie dentale

Come capire se c’è una carie?

Non è possibile accorgersi di una carie nella sua fase iniziale. L’unica forma di controllarlo è attraverso frequenti visite dal dentista, in questo caso la terapia sarà semplice e veloce. Nel caso in cui la carie ha raggiunto una certa profondità, il paziente inizierà a sentire alcune spiacevoli sensazioni, come dolore al caldo e al freddo, dolore alla masticazione, dolore da cibi acidi o dolci, fino ad arrivare a dolori intensi che si espandono su un’ampia zona del volto.

Come curare la carie?

Per trattare le carie esistono diversi trattamenti, i più usati sono l’otturazione dentale e l’endodonzia. La prima viene utilizzata quando la carie è superficiale e coinvolge solo lo smalto e la dentina, l’endodonzia invece viene utilizzata quando la carie si è estesa ai tessuti più profondi.

In cosa consiste un otturazione dentale?

L’otturazione dentale consiste nella riparazione della cavità del dente con un materiale di restauro, per far si che il dente torni ad avere la tua anatomia naturale, potendo realizzare completamente la sua funzione.
È un procedimento relativamente semplice: si inizia pulendo e sanando la zona interessata e successivamente si riempie con l’amalgama.

E in cosa consiste l’endodonzia?

Quando la carie è profonda, si procederà a estrarre una parte o completamente la polpa dentaria (componente cellulare, vasi e nervi) che ha sofferto un danno irreversibile.

Come si realizza l’endodonzia?

È un trattamento più complesso rispetto all’otturazione ed è formato da diversi step:

  • Per prima cosa si elimina il tessuto malato, attraverso uno strumento rotatorio ad alta velocità.
  • Una volta estratto il tessuto, si disegna una cavità dove introdurre il materiale riparatore.
  • Si colloca il materiale di restauro nella zona dove è stato estratto il tessuto malato.

Nel caso in cui la lesione è molto profonda ed arriva a colpire la polpa dentaria, è necessario collocare un materiale che possa proteggerla e isolarla.

Il trattamento delle carie è uno dei tanti procedimenti che imparerai durante il corso di Igiene dentale!

Le iscrizioni al nostro corso sono aperte! Per ricevere maggiori informazioni e poterti iscrivere al nuovo semestre che inizierà il prossimo 26 settembre, scrivici all’indirizzo e-mail info@ilernaonline.it o chiamaci al numero 02 9475 9906.

 

 

Rispondi